lunedì 28 marzo 2011

Torremaggiore - Parrocchia san Nicola - Messaggio di aprile 2011 di don Angelo

Carissimi,


per noi cristiani cosa significa la Pasqua? Che Cristo è morto ed è risorto? No! Non basta dire: è morto, è risorto ed è finito lì. Ma bisogna aggiungere che è presente. Quindi è morto, è risorto ed è presente. Noi ci ritroviamo in Chiesa la domenica perché è risorto ed è vivo e dobbiamo ricordarci che è vivo e in mezzo a noi, perché questa è la novità. Noi non crediamo in un Dio morto, ma in un Dio vivo, non in un Cristo morto, ma in un Cristo vivo. Solo il fatto di saperlo realmente presente oggi, in mezzo a noi, attuale, cambia molto del nostro modo di credere, cambia le conseguenze della nostra fede, cambia le motivazioni delle nostre azioni. Troppe volte ci capita di vivere come se Lui non ci fosse realmente, come se fosse solo un ricordo uguale ai tanti personaggi della storia. “Presente” significa “essere innanzi”, “stare innanzi”: con la Pasqua Gesù Cristo si pone innanzi al cammino di ciascuno di noi. Questo è il più bell’augurio pasquale che ognuno possa scambiarsi: crescere nella consapevolezza che il Cristo Risorto è realmente presente nella nostra vita. Buona Pasqua a tutti.
                                                                                                           don Angelo
 
http://www.snicolatorremaggiore.it/